HGC-Logo
Plus_

Parquet

  • Parkett1
  • Parkett2
  • Parkett3
  • Parkett4
  • Parkett5
  • Parkett6
  • Parkett7
  • Parkett8
  • Parkett9
  • Parkett10

A prescindere dal tipo di legno, chi sceglie il parquet punta su un pavimento naturale, durevole e di alta qualità. Il pavimento in parquet è un classico senza tempo e grazie all'ampia varietà di materiali e tipi di posa valorizza qualsiasi stanza.

Il parquet porta la natura in casa vostra

Oggi, persino gli esperti hanno difficoltà a distinguere il finto legno da un parquet di alta qualità. Eppure le differenze sono chiare: camminando a piedi nudi su un parquet, si avverte subito una piacevole sensazione di calore e comfort del tutto assente nelle assi di finto parquet in plastica. Il pavimento in parquet è per natura antistatico e quindi non attira lo sporco, una caratteristica particolarmente apprezzata da chi soffre di allergie. Inoltre, le assi di legno sono antibatteriche, traspiranti e garantiscono buone condizioni climatiche interne. Ogni pavimento in legno è unico nel suo genere e offre tutta la varietà della natura in diversi colori, venature e strutture.

Durevole e resistente

Un pavimento in parquet è sostanzialmente robusto e se necessario può essere levigato e ritrattato da un esperto. In questa occasione è possibile rimuovere anche piccoli danni come graffi o segni provocati dalla caduta di oggetti. Gestito in questo modo, è quindi un pavimento destinato a durare per diverse generazioni.

Parquet a 2 strati

Il parquet a 2 strati è costituito da uno strato nobile e da uno strato di supporto. Lo strato nobile è costituito da legno massello con uno spessore da 4 – 6 mm. Lo strato di supporto è costituito da legno di abete massello, da legno compensato o da una lastra in fibre di legno. Il parquet a 2 strati viene sempre incollato su tutta la superficie su un sottofondo piano e resistente a compressione. Normalmente il parquet finito a 2 strati viene fornito di fabbrica con superficie pretrattata o finita (verniciata e sigillata), tuttavia può anche essere posto in opera grezzo o prelevigato. In questo caso il trattamento finale viene eseguito dopo la posa in opera.
Il parquet a 2 strati viene spesso utilizzato come pavimentazione commerciale e in combinazione con il riscaldamento a pavimento. Grazie alla tipologia di posa e alla sua struttura diffonde nella stanza il calore del riscaldamento a pavimento meglio di un parquet a tre strati.

Parquet a 3 strati

Il parquet a 3 strati è costituito da uno strato nobile spesso circa 4 mm, da uno strato intermedio in legno di pino massello e da un terzo strato, il supporto. Questa struttura consente una posa in opera “flottante” (non incollata sul massetto). Gli elementi del parquet sono assemblati a maschio e femmina. Esistono due sistemi: l’incastro a click o l’incollaggio a maschio e femmina. Il parquet è separato dal pavimento da uno strato separatore in tessuto non tessuto. Normalmente il parquet finito a 3 strati viene fornito di fabbrica con superficie pretrattata o finita (verniciata e sigillata). Il parquet a tre strati può essere montato anche su pavimenti non del tutto piani ed è pertanto ideale in particolare nelle ristrutturazioni.

Dichiarazione legno

Nome scientifico sotto

www.dichiarazione-del-legno.ch

Repertorio dei paesi

www.ezv.admin.ch

Parquet in legno impiallacciato

Il parquet in legno impiallacciato è una via di mezzo tra il parquet multistrato e il laminato. Per quanto riguarda la struttura assomiglia fortemente a un laminato, ma lo strato superficiale non è in materiale plastico bensì in vero legno. A differenza del parquet multistrato, detto strato superficiale è estremamente sottile. Grazie alla bassa percentuale di legno vero, il parquet in legno impiallacciato presenta il vantaggio di rendere accessibile anche le essenze più pregiate. Lo strato di legno estremamente sottile (circa 1 mm) non può essere tuttavia levigato e i danni sono quindi difficili da eliminare.

Pavimenti in sughero

I pavimenti in sughero sono costituiti da granulato di sughero pressato e, a seconda del marchio, anche da uno strato portante e/o uno strato coprente. I pavimenti in sughero conquistano soprattutto per la loro elasticità: sono fonoassorbenti e alleviano lo stress sulla colonna vertebrale e sulle articolazioni. I pavimenti in sughero vengono posti in opera e incollati per lo più come piastrelle. Oggi sono disponibili anche prodotti maschiettati per una posa in opera flottante. Talvolta i pavimenti in sughero vengono impiegati anche come sottofondo per altri pavimenti, come il vinile o il laminato per combinare le caratteristiche dei diversi materiali.

Lamparquet

Il lamparquet è costituito da legno massello, è tuttavia più sottile del parquet in legno massello e privo dell’incastro laterale. Pertanto deve essere necessariamente posto in opera o incollato su un pavimento piano e portante.

Parquet in massello

I listelli (doghe) di un parquet in massello sono costituiti da un pezzo di legno massello. Sono essiccati in modo industriale, piallati e spesso maschiettati. I listelli in legno massello vengono inseriti nella scanalatura e avvitati o inchiodati, a volte anche incollati al sottofondo. Grazie all’elevato spessore dello strato nobile i parquet in massello possono essere levigati diverse volte. Si ricorda che i pavimenti in legno massello si gonfiano (in estate) e si ritirano (periodo di funzionamento del riscaldamento) e questo può dar luogo a crepe, ma ciò contribuisce al fascino del parquet in massello. Di regola il parquet in massello viene posto in opera, quindi levigato e oliato. Tuttavia, sul mercato esistono anche parquet in massello prefiniti.

Il parquet deve essere oliato dal locatario o dal locatore?

A chi spetti l'oliatura del parquet dipende dai singoli accordi contrattuali. La prima oliatura viene eseguita dal locatore.

Effetto ottico dei tipi di posa sulla superficie del pavimento

Più lungo

Englisch_Parkett_längs

Più largo

Englisch_Parkett

Neutro

mosaikartig_schachbrett_1

Il parquet va posato in senso longitudinale o trasversale?

Dipende dall'effetto ottico desiderato. Se volete far sembrare più lunga la stanza, il parquet deve essere posato longitudinalmente. Per un effetto di maggiore ampiezza, invece, il parquet andrebbe posato in senso trasversale. Una posa in diagonale invece non ha nessun effetto (ovvero un effetto neutro).

Parquet a motivi

Nei parquet a motivi le forme decorative sono già prefabbricate e raccolte in unità di posa sotto forma di tavole. Le tavole pronte vengono poi assemblate in opera per formare il pavimento. I parquet a motivi possono essere realizzati in legno massello oppure essere costituiti da un supporto con uno strato nobile (min. 5 mm).

Tipologie di posa per parquet

Inglese

Inglese

Le liste della stessa lunghezza sono posate in modo che ogni due file i giunti corrispondano. Il motivo regolare ricorda un muro di mattoni.

A tolda di nave / irregolare

A tolda di nave / irregolare

Le liste sono posate in continuo, creando un effetto irregolare in cui non si riconosce un motivo.

Diagonale

Diagonale

Le liste vengono posate alle pareti a un angolo qualsiasi. Si può scegliere qualsiasi tipologia di posa delle liste.

A spina di pesce

A spina di pesce

Le liste della stessa lunghezza sono posate una accanto all’altra a un angolo di 45°. Il motivo a spina di pesce si ottiene anche con 2 o 3 liste posate parallelamente.

A mosaico / a quadri / a scacchiera

A mosaico / a quadri / a scacchiera

Un numero ripetuto di piccole liste di lunghezza uguale viene unito per formare un quadrato. I quadrati vengono poi sempre fatti ruotare di 45°. Si forma così un motivo a scacchiera.

In parallelo / svedese

In parallelo / svedese

Vengono allineate le piccole liste di lunghezza uguale, dando vita a un motivo geometrico vivace.

Motivo a intreccio

Motivo a intreccio

Le liste di lunghezza diversa sono posate ad angolo retto, dando origine a un motivo a intreccio. Le tipologie dei motivi a intrecci sono svariate.

A motivi intarsiati / parquet a motivi

A motivi intarsiati / parquet a motivi

Vengono formate tavole a motivi geometrici e queste tavole sono posate in sequenza.
Non ci sono limiti alle tipologie di motivi. Spesso si utilizzano anche diversi tipi di legno, il che dà vita a schemi particolarmente piacevoli.

Quando deve essere sostituito un pavimento?

La durata di un pavimento dipende fortemente dal tipo di pavimentazione e dalle sollecitazioni. La tabella delle durate di vita, pubblicata dall'Associazione Svizzera dei Proprietari Immobiliari (HEV) e dall’’Associazione Svizzera Inquilini della Svizzera tedesca (MV), fornisce delle indicazioni al riguardo:

Perché si incolla il parquet?

L'incollaggio delle assi di parquet al fondo offre numerosi vantaggi rispetto alla posa flottante. Ad esempio, il trasferimento di calore in un impianto di riscaldamento a pavimento è migliore nel parquet incollato rispetto a quello non incollato. Inoltre, i lavori di ristrutturazione sono più semplici dal momento che il parquet non si muove durante la levigatura. Poiché il legno è direttamente attaccato al pavimento sottostante, il parquet incollato non provoca alcun rumore da calpestio. A causa di questa adesione al fondo non si manifestano i segni di usura tipici del parquet posato in modalità flottante e che sono causati dalle vibrazioni.

Perché è necessario ripetere l'oliatura del parquet?

Quando si effettua la pulizia del pavimento con parquet, ogni volta una piccola quantità di olio viene espulsa dai pori del legno; di conseguenza, con il passare del tempo l'effetto di impregnazione dell'olio diminuisce e la sporcizia inizia ad accumularsi nelle aperture. Raccomandiamo quindi di effettuare periodicamente una nuova oliatura del parquet e di provvedere alla sua manutenzione. A questo fine, durante la pulizia aggiungete un po' di olio all'acqua di lavaggio oppure applicate olio puro sul pavimento in parquet ogni 6 mesi.

Perché il parquet viene oliato?

Il parquet oliato viene impregnato con olio di lino o resine di legno. L'olio viene completamente assorbito dal legno e penetra così in tutti gli strati delle assi del parquet. Con l'oliatura, lo strato superiore di legno indurisce e rafforza il parquet dall'interno. A differenza del parquet verniciato, il trattamento con olio non offre alcuna protezione dai graffi. Di contro, sia l'aspetto che la sensazione tattile trasmessi dal parquet oliato sono naturali e tanto la parte superiore quanto quella inferiore sono protette, grazie all'olio, da sporcizia e umidità.

Perché si applica una mano di fondo sul parquet?

Spesso, dopo la levigatura delle assi di parquet si applica una base di fondo prima di sigillare il parquet con più strati di vernice. Questa cosiddetta sigillatura di base prepara il legno alla sigillatura vera e propria e impedisce alla vernice di penetrare nelle giunture delle assi incollando tra loro gli strati di legno oppure causando altri tipi di danni o alterazioni del colore.

Perché il parquet viene applicato con posa flottante?

La posa flottante del parquet offre diversi vantaggi rispetto all'incollaggio. Non sono necessarie spese per la colla e la complessa procedura di montaggio e, grazie all'accoppiamento linguetta-scanalatura, la tecnica di posa delle moderne assi di parquet è relativamente facile da imparare anche dai non esperti. Lo stesso vale per lo smontaggio, che è molto facile rispetto al parquet incollato. Inoltre, la posa di parquet flottante può essere eseguita in modo rapido e senza formazione di sporcizia e, al termine dei lavori, il locale è immediatamente agibile.

Perché il parquet viene incollato?

L'incollaggio delle assi di parquet al fondo offre numerosi vantaggi rispetto alla posa flottante. Ad esempio, il trasferimento di calore in un impianto di riscaldamento a pavimento è migliore nel parquet incollato rispetto a quello non incollato. Inoltre, i lavori di ristrutturazione sono più semplici dal momento che il parquet non si muove durante la levigatura. Poiché il legno è direttamente attaccato al pavimento sottostante, il parquet incollato non provoca alcun rumore da calpestio. A causa di questa adesione al fondo non si manifestano i segni di usura tipici del parquet posato in modalità flottante e che sono causati dalle vibrazioni.

Perché il parquet viene sigillato?

Il parquet verniciato viene realizzato già con uno strato protettivo lucido sulla superficie, che lo sigilla e lo impregna. Questa verniciatura multistrato penetra nei pori del legno e lo protegge da graffi, umidità e sporcizia. Ciò rende il parquet molto robusto e facile da curare, ma dà una sensazione di freddezza e di minore autenticità del legno. Va inoltre osservato che solamente la parte superiore è trattata con la vernice, mentre i bordi e la parte inferiore restano non trattati.

Cosa è meglio per il parquet: oliato o verniciato?

Dal momento che il parquet non trattato non è protetto dai fattori ambientali (liquidi, luce solare, ecc.), deve essere oliato o verniciato. Tra le due varianti (olio e vernice) non vi è pressoché nessuna differenza di qualità. Sebbene siano trattamenti diversi, nessuno dei due è migliore dell'altro. La decisione va dunque presa in base alle proprie preferenze.

Parquet verniciato

Il parquet verniciato viene realizzato già con uno strato protettivo lucido sulla superficie, che lo sigilla e lo impregna. Questa verniciatura multistrato penetra nei pori del legno e lo protegge da graffi, umidità e sporcizia. Ciò rende il parquet molto robusto e facile da curare, ma dà una sensazione di freddezza e di minore autenticità del legno. Va inoltre osservato che solamente la parte superiore è trattata con la vernice, mentre i bordi e la parte inferiore restano non trattati.

Parquet oliato

Il parquet oliato viene impregnato con olio di lino o resine di legno. L'olio viene completamente assorbito dal legno e penetra così in tutti gli strati delle assi del parquet. Con l'oliatura, lo strato superiore di legno indurisce e rafforza il parquet dall'interno. A differenza del parquet verniciato, il trattamento con olio non offre alcuna protezione dai graffi. Di contro, sia l'aspetto che la sensazione tattile trasmessi dal parquet oliato sono naturali e tanto la parte superiore quanto quella inferiore sono protette, grazie all'olio, da sporcizia e umidità.

Cosa fare in caso di danni al parquet?

Graffi

I piccoli graffi possono essere eliminati con l'applicazione di cera riparatrice. In alternativa, i graffi possono anche essere rimossi tramite levigatura. In caso di levigatura bisogna però prestare attenzione al fatto che resta sempre un'area di transizione visibile tra area levigata e area non levigata.

Buchi e crepe

Buchi e crepe nel parquet possono essere riparati con una pasta di legno. Assicuratevi di scegliere sempre la giusta tonalità di colore e, in caso di crepe profonde, applicate la pasta in più strati.

Infossamenti

Gli infossamenti del parquet possono essere riparati autonomamente in modo relativamente facile. A questo fine, impregnate una spugna d'acqua e fatela gocciolare sull'area danneggiata del parquet. Passatevi quindi sopra con un ferro da stiro. In questo modo l'acqua evaporerà facendo rigonfiare il parquet. Ripetete l'operazione fino a quando l'infossamento sarà scomparso.

Chi rimuove il parquet?

Il parquet a posa flottante può essere rimosso autonomamente in modo relativamente facile. Se però il parquet è stato incollato al pavimento, è opportuno fare ricorso a uno specialista. Qui una lista dei piastrellisti e dei pavimentisti da noi consigliati:

Chi ripara il parquet?

Il parquet danneggiato viene riparato da pavimentisti professionisti. Saremo lieti di fornirvi dei contatti. Qui una lista dei piastrellisti e dei pavimentisti da noi consigliati:

Chi leviga il parquet?

Il parquet viene levigato da pavimentisti professionisti. Saremo lieti di fornirvi dei contatti. Qui una lista dei piastrellisti e dei pavimentisti da noi consigliati:

Chi posa il parquet?

Il parquet viene posato da pavimentisti professionisti. Saremo lieti di fornirvi dei contatti. Qui una lista dei piastrellisti e dei pavimentisti da noi consigliati:

Chi paga per la levigatura del parquet in un appartamento in affitto?

Chi si debba far carico dei costi varia a seconda della situazione. In base alla tabella della durata di vita dell'associazione dei proprietari fondiari e dell'associazione degli inquilini, un pavimento con parquet deve essere levigato ogni dieci anni.

Come si leviga il parquet?

Il parquet viene levigato con un'apposita levigatrice e quindi sigillato. La levigatura avviene in più passaggi, dalla fase grossolana alla rifinitura, e deve sempre essere eseguita da uno specialista.

Quante volte si può levigare il parquet?

La frequenza con cui è possibile levigare un pavimento in parquet dipende dal tipo di parquet e dallo spessore dello strato nobile. A seconda del parquet, la levigatura può essere effettuata da 1 a 8 volte. Per ulteriori informazioni rivolgetevi a uno specialista.

Come viene realizzato il parquet?

Il parquet viene realizzato con legno europeo, legno tropicale e altri tipi di legno duro. Ci vogliono diversi mesi prima che da un semplice tronco d'albero si ottenga il parquet. Innanzitutto, i tronchi vengono lasciati ad asciugare all'aria aperta per mesi. Quindi vengono liberati dalla corteccia, più volte segati e conservati in una camera di essiccazione per diversi giorni. Infine, le assi di legno vengono ulteriormente tagliate, suddivise in strati e quindi incollate con legno di faggio, fibre di legno e legno di abete rosso in modo da formare un parquet multistrato.

Come si esegue la posa del parquet?

Je nach Art des Bodens und der Art des Parketts werden unterschliedliche Verlegetechniken angewendet. Ausserdem ist je nach Untergrund eine Dampfbremse nötig. Die Arbeitsschritte sind für jedes Verlegesystem unterschiedlich. Grundsätzlich muss nach den vorbereitenden Massnahmen sowie der zweitägigen Akklimatisation des Parketts die erste Reihe zusammen mit Abstandskeilen der Wand entlang verlegt werden. Die Federn dieser Parkettdielen sollten gleichässig abgesägt werden, um mit der bearbeiteten Seite zur Wand liegen. Anschliessend kann das Parkett Reihe für Reihe verlegt werden. Bitte wenden Sie sich für weitere Informationen an eine Fachperson.