HGC-Logo
Plus_

Laminato

  • Laminat1
  • Laminat9
  • Laminat7
  • Laminat2
  • Laminat8
  • Laminat4
  • Laminat5
  • Laminat6
  • Laminat3

I pavimenti in laminato sono costituiti quasi esclusivamente da legno. I pannelli in laminato presentano generalmente una struttura a quattro strati: quello superficiale è costituito da resina melamminica robusta e resistente all'abrasione. Segue poi un sottile strato decorativo di carta stampata, che determina l'aspetto estetico del rivestimento del pavimento. Più sotto si trova uno strato portante di truciolato o fibra di legno. Sul lato inferiore, infine, il pannello è chiuso da una cosiddetta controbilanciatura in plastica. Il laminato è un rivestimento per pavimenti molto resistente, moderno e a prezzi convenienti, adatto in ambito privato e commerciale.

Innovativo e modernoLegno, pietra o piastrelle: i pannelli in laminato sembrano veri

Grazie alle moderne tecnologie di stampa, il laminato è disponibile in numerose varianti di design. Persino i look individuali possono essere realizzati in alta qualità. Ad esempio, è molto apprezzato il laminato in legno, pietra o piastrelle. Le autentiche riproduzioni in legno rendono difficile distinguerle a prima vista dai pavimenti in vero legno di quercia, faggio, noce o varietà di legno esotiche come il teak o il mogano. Speciali tecniche di goffratura garantiscono persino di percepire la struttura del legno sulla superficie.

Un pavimento in laminato è

  • di facile manutenzione e non attira la polvere

  • antibatterico

  • resistente alla luce

  • poco rumoroso (calpestio leggero)

  • robusto (antiurti, antigraffi, antiabrasione)

  • antistatico

  • resistente alla pressione

  • adatto per sedie a rotelle

  • adatto per persone con allergie

  • facile da posare

  • un'alternativa conveniente ai pavimenti in legno autentico

  • non deve essere verniciato o sigillato

Grazie al ridotto spessore (detto anche altezza di ingombro) da 6 a 12 millimetri, i pannelli in laminato sono una pavimentazione ideale per il rinnovamento e la riprogettazione. A differenza del parquet, però, a causa della sua struttura il laminato non può venire levigato. Il pavimento in laminato è disponibile anche con anticalpestio integrato. Se un prodotto viene utilizzato senza questo tipo di isolamento, è consigliabile collocare sotto il laminato una base anticalpestio a parte. Ciò è comodo non solo per chi usa il laminato, ma anche per i loro vicini.

Esiste laminato che ha l'aspetto di mattonelle?

Visitate i nostri centri espositivi in tutta la Svizzera e richiedete una consulenza. Ulteriori informazioni sono reperibili qui:

Il laminato è riciclabile?

Sì, a differenza di molti altri materiali da costruzione il laminato è riciclabile: è sufficiente portarlo presso un apposito centro di riciclaggio.

Classi d’uso per pavimenti in laminat

Nella scelta del pavimento giusto in laminato o in vinile l’utilizzo gioca un ruolo importante. Per facilitare la scelta sono state introdotte diverse classi di utilizzo. Le classi 21, 22 e 23 indicano gli utilizzi nel settore residenziale. Per il settore commerciale sono previste le classi da 31 a 33.

Classi 21 - settore privato o residenziale con carichi moderati (camera da letto o tinello)

Classi 22 - settore privato o residenziale con carichi medi (camera dei bambini)

Classi 23 - settore privato o residenziale con carichi pesanti (cucina, soggiorno, ingresso)

Classi 31 - settore commerciale o pubblico con carichi moderati (camera d’albergo)

Classi 32 - settore commerciale o pubblico con carichi medi (sala conferenze, studio medico)

Classi 33 - settore commerciale o pubblico con carichi pesanti (negozi o reception)

Effetto ottico dei tipi di posa sulla superficie del pavimento

Più lungo

Englisch_Parkett_längs

Più largo

Englisch_Parkett

Neutro

mosaikartig_schachbrett_1

Tipologie di posa per laminato

Inglese

Inglese

Le liste della stessa lunghezza sono posate in modo che ogni due file i giunti corrispondano. Il motivo regolare ricorda un muro di mattoni.

A tolda di nave / irregolare

A tolda di nave / irregolare

Le liste sono posate in continuo, creando un effetto irregolare in cui non si riconosce un motivo.

Diagonale

Diagonale

Le liste vengono posate alle pareti a un angolo qualsiasi. Si può scegliere qualsiasi tipologia di posa delle liste.

A spina di pesce

A spina di pesce

Le liste della stessa lunghezza sono posate una accanto all’altra a un angolo di 45°. Il motivo a spina di pesce si ottiene anche con 2 o 3 liste posate parallelamente.

Il laminato va posato in senso longitudinale o trasversale?

Dipende dall'effetto desiderato. Se volete far sembrare più lunga la stanza, il laminato deve essere posato longitudinalmente. Per un effetto di maggiore ampiezza, invece, il laminato andrebbe posato in senso trasversale. Una posa in diagonale invece non ha nessun effetto (ovvero un effetto neutro).

Perché è necessaria una barriera al vapore sotto il laminato?

Soprattutto con i pavimenti minerali (ad es. nel massetto), c'è il rischio che l'umidità penetri dal basso nel laminato. Per prevenire questo, prima della posa viene srotolata la cosiddetta barriera al vapore, una speciale pellicola che tiene l'umidità lontano dal laminato.

Perché per il laminato è necessaria una certa distanza dalla parete?

Proprio come il legno non trattato, il laminato può espandersi o contrarsi a seconda della temperatura e dell'umidità. Per questo motivo, in fase di posa si tiene sempre una certa distanza dalle pareti e il laminato non viene incollato al fondo.

Perché bisogna lasciar acclimatare il laminato?

Proprio come il legno non trattato, il laminato può espandersi o contrarsi a seconda della temperatura e dell'umidità. I pannelli in laminato necessitano di circa 48 ore per adattarsi al clima della stanza. Per questo motivo, prima della posa il laminato dovrebbe essere lasciato per almeno due giorni nella stanza in cui andrà poi installato.

Perché il laminato va posizionato in una determinata posizione rispetto alla luce?

Regola generale: il laminato va posato parallelamente alla principale fonte di luce e trasversalmente al senso di percorrimento. Ciò fa sembrare più grande la stanza. Ove non è possibile rispettare entrambi questi criteri, per motivi estetici la posa avviene spesso parallelamente alla luce e al senso di percorrimento.

Perché il laminato viene posato in modalità flottante?

Proprio come il legno non trattato, il laminato può espandersi o contrarsi a seconda della temperatura e dell'umidità. Per questo motivo, in fase di posa si tiene sempre una certa distanza dalle pareti e il laminato non viene incollato al fondo.

Perché il laminato viene posato in senso longitudinale rispetto alla finestra?

Regola generale: il laminato va posato parallelamente alla principale fonte di luce (generalmente la finestra) e trasversalmente al senso di percorrimento. Ciò fa sembrare più grande la stanza. Ove non è possibile rispettare entrambi questi criteri, per motivi estetici la posa avviene spesso parallelamente alla luce e al senso di percorrimento.

Perché il laminato viene posato in modo sfalsato?

Oltre all'aspetto estetico, gioca un ruolo importante anche la stabilità, che è molto maggiore quando il laminato è sfalsato.

Cosa c'è sotto il laminato?

Sotto il laminato si trova un isolamento acustico da calpestio che offre anche protezione dall'umidità, livella le irregolarità e fornisce un isolamento termico adatto per la tipologia del fondo. Inoltre, l'isolamento acustico riduce il rumore prodotto dal calpestio.

Nel caso del laminato, cosa è la scanalatura?

Una scanalatura è una rientranza fresata nell'asse e all'interno della quale si inserisce il cosiddetto listello, impedendo così lo spostamento orizzontale di due assi di laminato adiacenti.

Cosa è la connessione linguetta-scanalatura?

La connessione linguetta-scanalatura è un tipo di collegamento a incastro che impedisce che due assi adiacenti si spostino orizzontalmente. Una delle assi possiede una rientranza (scanalatura), mentre l'altra ha una controparte (linguetta) che si inserisce esattamente nella scanalatura.

Cosa è il laminato?

Il laminato è un rivestimento per pavimenti costituito da strati di pannelli in fibra di legno, carta e adesivo melaminico. A seconda della capacità di carico, il laminato viene suddiviso in diverse classi: le classi da 21 a 23 adatte per le superfici abitative e le classi da 31 a 34 concepite per le aree commerciali.

Cosa è importante per l'acquisto del laminato? | A cosa bisogna prestare attenzione quando si acquista il laminato? | A cosa bisogna prestare attenzione con il laminato?

Assicuratevi che la classificazione sia adatta a uno degli usi previsti. Per i non addetti ai lavori non è facile riconoscere un buon laminato. Come indicazione generale si può fare riferimento al prezzo. Nel laminato a poco prezzo mancano gli strati protettivi e il materiale è di una qualità inferiore che, ad esempio, può causare il sollevamento e la rapida usura dei bordi longitudinali. Prima di effettuare l'acquisto, richiedete la consulenza di uno specialista.

Chi ha scoperto il laminato?

Alla fine degli anni '70 l'azienda svedese «Perstorp» ha sviluppato il cosiddetto laminato ad alta pressione. I primi pavimenti in laminato vennero poi offerti pochi anni dopo dalla stessa azienda.

Chi può effettuare la posa del laminato? | Chi posa il laminato? | Chi effettua la posa del laminato? | Chi effettua la posa dei pavimenti in laminato?

La posa del laminato viene effettuata da pavimentisti professionisti. Saremo lieti di fornirvi dei contatti. Qui una lista dei piastrellisti e dei pavimentisti da noi consigliati:

Come si rimuove il laminato?

Verificate innanzi tutto se il laminato è stato posato in modalità flottante o tramite incollaggio fisso. Rimuovete poi i battiscopa e sollevate la prima fila, in un angolo, utilizzando un piede di porco. Nel caso del laminato flottante, le file possono essere staccate individualmente. A questo punto è possibile arrotolare senza problemi l'isolamento: una pellicola di plastica di pochi millimetri di spessore. Per il laminato incollato o per altre informazioni contattate uno specialista.

Come si effettua lo smaltimento del laminato?

Vi sono numerose possibilità a basso costo per lo smaltimento corretto ed ecologico. Piccole quantità possono essere facilmente smaltite nel bidone della spazzatura. Interi pavimenti, invece, andrebbero portati presso un centro di riciclaggio. In alternativa, per i progetti di costruzione più grandi, è possibile avvalersi anche di un contenitore misto per rifiuti da costruzione.
Tenete presente che la combustione del laminato rilascia sostanze nocive ed è pertanto proibita. È vietato anche smaltire il laminato come rifiuto ingombrante.

Come si cura il laminato? | Qual è il modo migliore di pulire il laminato? | Come si lava il laminato senza lasciare aloni? | Come si lava il laminato?

Il laminato andrebbe lavato a secco circa 2 volte a settimana e con un panno umido 1 volta a settimana. Per la pulizia a secco è del tutto sufficiente un panno asciutto o in microfibra. Per la pulizia in umido vale la regola: meno è meglio. Il lavapavimenti non deve essere bagnato. Evitare di utilizzare troppo detergente. Utilizzate piuttosto dell'acqua di lavaggio con una quantità molto piccola di detergente per laminato e strizzate molto bene il lavapavimenti prima di utilizzarlo.

Come si pulisce il laminato?

I liquidi versati devono essere subito rimossi, perché altrimenti penetrano nei giunti e il laminato inizia a rigonfiarsi. Le macchie incrostate possono essere rimosse con cautela per mezzo di un raschietto in vetroceramica o una spatola di plastica. In alternativa, si può utilizzare anche una carta di credito.

Come si taglia il laminato?

Il laminato può essere tagliato con diversi strumenti: cutter per laminato, sega a mano con cassetta tagliacornici, sega circolare da banco, seghetto alternativo, troncatrice. Noi consigliamo di utilizzare un cutter per laminato: è stato sviluppato appositamente per il taglio del laminato, è maneggevole, mobile e taglia con elevata precisione e senza bisogno di corrente.

Come si effettua la posa del laminato?

In linea di massima il laminato viene posato in modalità flottante, ossia senza attaccarlo direttamente sul fondo. Dal momento che per la posa del laminato entrano in gioco numerosi fattori come il fondo o la dimensione del locale, per ottenere informazioni più precise vi consigliamo di rivolgervi a uno specialista.

Perché è necessaria una barriera al vapore sotto il laminato?

Soprattutto con i pavimenti minerali (ad es. nel massetto), c'è il rischio che l'umidità penetri dal basso nel laminato. Per prevenire questo, prima della posa viene srotolata la cosiddetta barriera al vapore, una speciale pellicola che tiene l'umidità lontano dal laminato.

Perché il mio laminato si stacca?

Una possibile causa potrebbe essere un tempo di acclimatazione troppo breve. Proprio come il legno non trattato, il laminato può espandersi o contrarsi a seconda della temperatura e dell'umidità. I pannelli in laminato necessitano di circa 48 ore per adattarsi alla stanza. Per questo motivo, prima della posa il laminato dovrebbe essere lasciato per almeno due giorni nella stanza in cui andrà poi installato.

Dove si inizia a posare il laminato? | Dove si comincia la posa del laminato nella stanza? | Dove si iniziano le operazioni di posa del laminato?

Iniziate la posa del laminato nell'angolo posteriore sinistro della stanza. A seconda del laminato, è necessario rimuovere con la sega la linguetta o la scanalatura. Con la parte così lavorata rivolta verso la parete e a una distanza che dipende dalla dimensione della stanza è quindi possibile procedere con la collocazione della prima riga.

Come si può effettuare lo smaltimento del laminato? | Dove viene smaltito il laminato?

Vi sono numerose possibilità a basso costo per lo smaltimento corretto ed ecologico. Piccole quantità possono essere facilmente smaltite nel bidone della spazzatura. Interi pavimenti, invece, andrebbero portati presso un centro di riciclaggio. In alternativa, per i progetti di costruzione più grandi, è possibile avvalersi anche di un contenitore misto per rifiuti da costruzione.
Tenete presente che la combustione del laminato rilascia sostanze nocive ed è pertanto proibita. È vietato anche smaltire il laminato come rifiuto ingombrante.